Il Museo Il Museo Cabriniano di Codogno ha sede in alcuni locali della prima Casa istituita da Madre Cabrini nel 1880 quando, in seguito all’esortazione del vescovo di Lodi, Mons. Domenico Gelmini, fondò l’Istituto delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù. Il percorso espositivo consente al visitatore di entrare dalla stessa porta varcata da Madre Cabrini, di salire le medesime scale e di attraversare i luoghi dove originariamente trovavano posto le celle delle suore e la camera della Santa. Il Museo raccoglie oggetti e documenti che raccontano la vita straordinaria di Santa Francesca Saverio Cabrini, a partire dagli anni dell’adolescenza fino alla sua morte, accanto a importanti testimonianze dei processi di Beatificazione e di Canonizzazione della Madre. La disposizione dei materiali segue una scansione tematica, secondo una successione non rigidamente cronologica. Lungo la scala di accesso è esposta la serie di dipinti realizzati nel 1950 dall’artista Gabri, che riassumono i momenti importanti della vita della Santa: la nascita, annunciata da un volo di colombe, l’infanzia, già caratterizzata dal sogno della missione, la giovinezza con l’attività di educatrice, la fondazione dell’Istituto, la Missione con l’impegno verso gli emigranti italiani in America. © Missionarie del S                                © Missionarie del Sacro Cuore di Gesù 2011acro Cuore di Gesù 2011 Benvenuto Le Missionarie del Sacro Cuore di Gesù ringraziano per l’attenzione con cui leggerete queste pagine